• Ambiente Italia 3D

    Il simulatore tridimensionale del territorio italiano, concepito come strumento a supporto delle politiche decisionali e della pianificazione territoriale

Cos’è AI3D

Ambiente Italia 3D (AI3D) è un simulatore tridimensionale del territorio italiano, sviluppato contestualmente al PST-A e concepito come strumento a supporto delle politiche decisionali e della pianificazione territoriale. Offre una rappresentazione tridimensionale dettagliata del territorio, nella sua dimensione morfologica e fisiografica, utile all’individuazione e all’analisi dei fenomeni morfoevolutivi che possono impattare sulle attività antropiche.

Il visualizzatore consente di sovrapporre al modello tridimensionale strati informativi provenienti dalla banca dati del Geoportale Nazionale o da banche dati di altre amministrazioni attraverso protocolli standard di interoperabilità (WMS). Questa operazione conferisce a tutte le informazioni territoriali condivise dalle banche dati pubbliche la visione della terza dimensione, favorendone una lettura e un’analisi più complete. Per quanto riguarda il rischio idrogeologico e ambientale, avere una mappa di base tridimensionale è fondamentale per individuare la direzione di evoluzione e l’estensione dei fenomeni di dissesto e per valutarne l’eventuale interazione col sistema antropico. Ambiente Italia 3D

L’interfaccia utente è composta da una serie di finestre e da un set di strumenti che permettono il controllo e l’impostazione del volo.

Le principali funzionalità sono:

  • caricamento del modello tridimensionale del territorio;
  • scelta delle ortofoto da visualizzare sul modello (2000 – 2006);
  • sorvolo dinamico sul modello mediante l’utilizzo della tastiera, del mouse o di un joystick;
  • possibilità di spostarsi da un punto all’altro del modello eseguendo una volo interpolato dalla posizione corrente alla posizione corrispondente al VIEW POINT scelto;
  • caricamento di servizi di visualizzazione (WMS);
  • caricamento di strati informativi vettoriali in formato shapefile;
  • interrogazione gli strati informativi caricati (WMS o vettoriali);
  • attivazione del doppio visualizzatore con possibilità di caricare, sulla stessa scena, strati informativi e ortofoto di base differenti per i due visualizzatori;
  • possibilità di registrare filmati del volo in formato AVI.

I requisiti minimi di sistema della stazione di lavoro per l’utilizzo dell’applicazione 3D sono i seguenti:

  • PC con Sistema Operativo Microsoft Windows 2000, XP o Vista;
  • CPU: Pentium 3 / 1,0 GHz;
  • Memoria di sistema (RAM): 512 MB;
  • Disco rigido: 120 MB di spazio libero;
  • Scheda grafica con funzionalità 3D, possibilmente con memoria dedicata (128 MB) e non di tipo integrato nella scheda madre del PC;
  • Schermo: risoluzione 1024×768, 65.536 colori a 16 bit.

Se la parte dello schermo dedicata alla visualizzazione della mappa 3D rimane nera o grigia, è necessario controllare se la scheda video supporta le funzionalità 3D tramite le librerie OpenGL e, in caso positivo, eventualmente aggiornare i driver della scheda video per ottenere un aggiornamento anche delle suddette librerie.

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare