Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni, anche di terze parti, allo scopo di migliorare la navigazione. Usando il nostro sito acconsenti all'uso dei cookies. Informativa sulla privacy  Direttiva UE e-Privacy

News


AdB-Toolbox è un applicativo GIS(Geographical Information System) open source che può essere utilizzato per visualizzare ed elaborare dataset spaziali. L’applicativo è stato sviluppato nell’ambito del Geoportale Nazionale (GN) e integrato di funzionalità specifiche attraverso il Sistema Cartografico Cooperante (SCC), il Piano Straordinario di Telerilevamento Ambientale (PST-A) e ulteriormente evoluto all’interno del progetto PON Sicurezza per il Monitoraggio dell’Impatto Ambientale dovuto a Reati Ambientali (PON - MIADRA). La caratteristica prevalente di questo software sono gli strumenti per l’accesso a banche dati condivise, è infatti possibile interrogare banche dati locali sia vettoriali che raster, ma soprattutto banche dati remote. La condivisione avviene secondo i meccanismi standard di interoperabilità, (Open Geospatial Consortium - WMS, WFS e WCS). Il software, basato su tecnologie e librerie di tipo open source, è uno strumento standard, aperto, espandibile, adatto a varie categorie di utenza per analisi di diverso livello di complessità.

E’ stato sviluppato a partire dal software per analisi geografiche OpenJUMP, dal quale si differenzia per la capacità di gestire efficacemente layer raster (caricamento, visualizzazione) e protocolli di accesso a dati remoti (WMS, WFS e WCS), e del quale sfrutta la possibilità di essere potenziato con estensioni personalizzate.

L’applicazione, accanto alle funzionalità tipiche dei GIS, rende quindi disponibili le seguenti funzionalità specifiche sviluppate per il MATTM, dedicate prevalentemente alla pianificazione territoriale e all’analisi di dati telerilevati:

  • Atlante Climatico idrologico (AClim) - per la generazione di una serie di strati informativi relativi alle caratteristiche termiche e pluviometriche del territorio;
  • Analisi Geomorfologiche (AGeom) - per la generazione di una serie di strati informativi relativi alle caratteristiche geomorfologiche del territorio;
  • Analisi Idrologiche (AI) - per la realizzazione di analisi idrologiche (calcolo idrogramma di progetto);
  • Analisi Topografiche (ATopo) - per la stima di aree, volumi e la generazione di profili longitudinali e sezioni trasversali;
  • Fabbisogno Interventi per la Sicurezza del Territorio (FIST) - per la definizione, l’aggiornamento e la gestione tecnica e amministrativa del quadro del fabbisogno di interventi finalizzati alla sicurezza del territorio;
  • LIDAR (St_LiDAR) - per il trattamento di dati LiDAR e loro derivati;
  • DIFSAR - per l’analisi dei dati interferometrici, per promuovere il monitoraggio del rischio geomorfologico;
  • Strumenti Raster (StRas) - per il trattamento di dati raster; conversioni tra formati Grid Floating Point, ASCII, WKT, ecc.
  • Analisi e Verifiche Idrauliche (AVI) - per l’implementazione di sistemi e metodologie per individuare e rimuovere gli effetti di reati perpetrati a danno dell’ambiente, e, specificatamente, di quelli da correlare all’aumento del livello di rischio idraulico o all’innesco dello stesso laddove non esisteva;
  • Sistemi di Riferimento e Conversioni (SRC) - per la proiezione e la conversione di layer vettoriali, raster e immagine utilizzando metodi basati su equazioni a tre o sette parametri e metodi ad alta precisione che prevedono l'uso di uno o più grigliati in formato IGMI GR/GK (gr1/gk1 e gr2/gk2) o NTv2.
  • IDRA2d Hydraulic (IDRA2d H) - per la modellazione idraulica bidimensionale, per la delimitazione delle aree di esondazione con valutazione della velocità del flusso e del tirante idraulico, allo scopo di promuovere il monitoraggio del rischio da alluvione (adempimenti Direttiva 2007/60/CE e D.Lgs 49/2010);
  • IDRA2d Debris Flow(IDRA2d DF) - per la modellazione idraulica bidimensionale delle colate detritiche monofasiche allo scopo di promuovere il monitoraggio del rischio da alluvione con elevato volume di sedimenti trasportati e colate detritiche (adempimenti Direttiva 2007/60/CE e D.Lgs 49/2010).

 

Il software e la relativa documentazione sono liberamente scaricabili. Per l’istallazione del software è necessario l’inserimento del codice di attivazione reperibile accedendo alla “Generazione del codice di attivazione” previa registrazione al Geoportale Nazionale. 

 

ˆ