Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni, anche di terze parti, allo scopo di migliorare la navigazione. Usando il nostro sito acconsenti all'uso dei cookies. Informativa sulla privacy  Direttiva UE e-Privacy

News


Articoli e recensioni on line

“L’AMP aderisce al Sistema Cartografico Cooperante del Geoportale Nazionale”

“L’AMP Tavolara Punta Coda Cavallo si è da tempo dotata di un proprio Ufficio GIS (Geographic Information Systems) per l’implementazione del proprio Sistema Informativo Territoriale e di personale adeguatamente formato alla produzione e gestione di cartografia digitale, per il proprio ambito gestionale e per il coordinamento di attività specifiche con altre organizzazioni interessate: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), Capitaneria di Porto, Regione Autonoma della Sardegna, Provincia di Olbia – Tempio, Comune di Olbia, Comune di San Teodoro, Comune di Loiri Porto San Paolo, Università. […]”.

Fonte: Area Marina Protetta – Tavolara Punta Coda Cavallo


“ Il Geoportale Nazionale del Ministero dell'Ambiente, aggiornamento costante e nuove tecnologie per un servizio in continua evoluzione ”

“Il Geoportale Nazionale (GN) è un progetto sviluppato all’interno del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per consentire l’accesso alla maggior parte delle informazioni cartografiche di carattere ambientale e territoriale disponibili ad oggi sul territorio nazionale.
Il Geoportale Nazionale si rivela perciò uno strumento indispensabile per diversi utilizzi:
• in ambito politico-amministrativo, proponendosi come un fondamentale supporto per la pianificazione, il controllo e la gestione del territorio;
• in ambito universitario e scientifico, costituendo una sorta di catalogo di tutte le informazioni di tipo territoriale e ambientale disponibili che diventano reperibili gratuitamente e presso un’unica fonte;
• nell’ambito della tutela del paesaggio, dei beni archeologici, architettonici e storico-artistici, consentendone un’esatta individuazione e perimetrazione sul territorio. [...]”

Fonte: Rivista Geomedia.it


“ Approvata l’adesione dell’Area Marina Protetta al Geoportale Nazionale ”

L’Area Marina Protetta entrerà a far parte della comunità degli Enti cooperanti con il Geoportale Nazionale come nuovo nodo dell’Infrastruttura Dati Nazionali del Geoportale Nazionale (GN) alla quale già partecipano Regioni, Province, Comuni, Autorità di Bacino, Università, Enti di Ricerca, Ministeri, ARPA, ecc.

L’adesione al progetto di Estensione ai Parchi Nazionali e alle Aree Marine Protette dell’interoperabilità con Geoportale Nazionale proposto dal Ministero dell’Ambiente è stata approvata dal Consiglio comunale nella seduta del 20 aprile scorso.

Il progetto rientra nelle iniziative a carattere sovra regionale in grado di valorizzare e sviluppare le peculiari competenze e capacità tecniche la cui attuazione è affidata ad Amministrazioni ed Istituzioni a livello centrale e locale;

L’obiettivo del progetto è la prevenzione del dissesto, del danno e dei rischi ambientali spesso dovuti ad interventi antropici incontrollati. [...].

Fonte: Area Marina Protetta - Penisola del Sinis Isola di Mal di Ventre


“ Quanti di noi utilizzano i dati free del Geoportale Nazionale? ”

“A proposito di open data geografici, i dati liberamente disponibili sul Geoportale Nazionale del Ministero dell’ambiente consentono di effettuare moltissime analisi territoriali che necessitano sia di cartografia di riferimento che di livelli tematici particolari. Il sistema informativo geografico del Ministero dell’Ambiente all’indirizzo www.pcn.minambiente.it è la risorsa ufficiale italiana che mette a disposizione numerosi strati cartografici, ortofoto e altri dati geografici ancillari dell’intero territorio italiano con un particolare pregio: il carattere di ufficialità unito a quello dell’aggiornamento continuo del dato. [...]”

Fonte: Rivista Geomedia.it


“ Progetto MIADRA: al via i moduli formativi ”

Giovedì 16 febbraio 2012, a partire dalle ore 9,30, si terr&aagrave; a Reggio Calabria, nei locali del Centro di Eccellenza di Sostenibilità Ambientale e Territoriale (SATNet) dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) - ubicati nella sede del Dipartimento provinciale reggino di Gallico - la prima delle due giornate collegiali di formazione/addestramento teorico-pratico sulle modalità di condivisione e gestione dei dati territoriali del Geoportale Cartografico Nazionale, di cui l’Arpacal è Nodo Regionale Cooperante per la Regione Calabria, in attuazione del progetto MIADRA (Monitoraggio dell’Impatto Ambientale Dovuto a Reati Ambientali), cui seguirà la formazione presso le singole sedi dipartimentali provinciali.

Fonte: ARPACAL


“ Tecnologie informatiche per la geolocalizzazione ”

Intervista a Ruggero Bissetta, coordinatore tecnico per la direzione regionale del Soccorso Alpino Speleologico della regione Piemonte e relatore al convegno "APPLICAZIONI VERTICALI E PROGETTI INTEGRATI PER LA PUBBLICA SICUREZZA E IN AREE ’MISSION CRITICAL’. IL RUOLO DELLE INFORMAZIONI GEOLOCALIZZATE" che si terrà a PROTEC - sezione UCOM - Lingotto Fiere - Torino - 01/07 ore 09.30 - Sala Arancio [...]

Patrizia Calzolari, 16 giugno 2011
Fonte: Il giornale della Protezione Civile


“ Portale Cartografico nazionale, nuovi servizi online ”

Le cartografie online rappresentano oggi le strade piú interessanti dell’informazione geografica e dell’innovazione tecnologica per la gestione dei dati territoriali. [...]

Andrea Cantini
Fonte: Geometri.CC


“ San Severo - Il comune aderisce al protocollo d’intesa con il Ministero dell’Ambiente per il Portale Cartografico Nazionale ”

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, attraverso finanziamenti ottenuti dal Comitato Interministeriale di Programmazione Economica (CIPE) e nell’ambito dell’Intesa Stato-Regioni, ha finanziato un progetto per la realizzazione del Sistema Cartografico di Riferimento (SCR) per garantire la disponibilità di specifiche tecniche comuni per gli Strati Informativi Prioritari e la produzione di informazioni geografiche fruibili e condivisibili da tutti gli Enti Pubblici e i privati. [...]

Fonte: La Gazzetta di San Severo


“ Cartografia digitale a scuola ”

Il Portale Cartografico Nazionale permette la visualizzazione e l’utilizzo della cartografia di base nazionale, con l’obiettivo strategico di promuovere e diffondere l’utilizzo dei Sistemi Informativi Territoriali e di rendere le informazioni di carattere ambientale e territoriale disponibili ad un pubblico vasto, anche di non addetti ai lavori. [...]

Fonte: La LIM e i dati digitali


“ Un sito con le... carte giuste ”

Un prezioso strumento di studio, oltre che di lavoro, agli appassionati della geografia del territorio. [...]

Fonte: InnovaScuola


“ Tutto il Gis che vuoi ”

[...] Una biblioteca cartografica accessibile gratuitamente a tutti, senza limiti tecnologici e senza vincoli, con un sistema Gis open source scaricabile sul proprio Pc e applicazioni di visualizzazione 3D on line. Non solo: se si possiedono dati vettoriali, per esempio un percorso per Mountain bike sul Gps, lo si può caricare direttamente sulla carta per visualizzarlo, personalizzarlo e condividerlo. Tutto tramite il Geoportale Nazionale del Ministero dell’Ambiente, uno dei più avanzati in Europa, e il progetto - rivoluzionario nell’idea - di condividere i dati di telerilevamento con chiunque, in primis le pubbliche amministrazioni. [...]

Tiziana Moriconi, 23 dicembre 2009.
Fonte: Galileo - Giornale di scienza e problemi globali


“ A cosa servono i dati Lidar ”

[...] C’è evidentemente un interesse crescente per questi dati. L’interesse nasce dalle applicazioni che si iniziano a vedere in giro, e dalle aspettative che genera il Piano Straordinario per il Telerilevamento del Ministero dell’Ambiente, che metterà a disposizione sul GN i dati Lidar relativi al 30% del territorio nazionale.

23 dicembre 2009.
Fonte: www.massimozotti.it


“ Aree toscane interessate da rilievi Lidar e prossime campagne di rilevazione ”

[...] A livello nazionale è inoltre in fase di realizzazione Il Piano Straordinario di Telerilevamento Ambientale in breve “Psta”,(che in seguito si è consolidato nel Piano Ordinario di Telerilevamento ambientale “Pot”), un progetto che vede coinvolti, d’intesa con le Regioni e le Province Autonome, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Mattm in seguito), la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento della Protezione Civile ed il Ministero della Difesa. Il Psta si pone prioritariamente lo scopo di reperire, creare e rendere disponibili modelli territoriali ed ambientali ad elevato dettaglio.

Grazie a tale progetto in Toscana sono stati e saranno effettuati rilievi Lidar di dettaglio (1m) nelle zone costiere, lungo le principali aste fluviali e nelle principali aree sensibili al dissesto idrogeologico, per passi successivi il Psta si pone l’obbiettivo di monitorare l’intero territorio nazionale. [...]

23 dicembre 2009.
Fonte: Regione Toscana


“ Caricare in ArcMap le ortofoto delle aree terremotate (Abruzzo 2009) ”

[...] Il GN infatti ha pubblicato, in tempi ristrettissimi, le ortofoto acquisite in Abruzzo nei 3 giorni successivi al sisma (6 aprile).

[...] Proprio questa rapidità nel divulgare “il dato” mi è sembrata una novità degna di rilievo, perlomeno nel contesto italiano.

Quindi, in qualità di esperto GIS, vorrei innanzi tutto complimentarmi con il GN e con la Protezione Civile. Mi sembra questo un ottimo esempio di buon funzionamento del “sistema”: la Protezione Civile effettua la ripresa e, nel giro di pochissimo tempo, i dati possono essere distribuiti via web, caricati nei vari software GIS e utilizzati da analisti e decisori per affrontare l’emergenza.

Resta inteso che gli stessi dati saranno una risorsa indispensabile anche per definire e pianificare tutti gli interventi successivi alla vera e propria emergenza, nel medio e lungo periodo.

Il mio entusiasmo deriva dalla convinzione che un buon connubio tra lungimiranza, tecnologia ed organizzazione, possa sempre produrre notevoli risultati. [...]

22 aprile 2009.
Fonte: PaoloGIS - ArcView, ArcGIS e dintorni...


“ Diffusione e Promozione del Geoportale Nazionale ”

È con viva e profonda soddisfazione, scrive in un comunicato l’Assessore Vito Colamonaco, che informo la cittadinanza che grazie all’impegno dell’Assessorato all’Ambiente, il nostro è uno dei 50 Comuni delle Regioni Obiettivo 1 ed uno dei tre della Regione Puglia ad essere stato, previa presentazione di candidatura, selezionato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per la partecipazione al progetto “Diffusione e Promozione del Geoportale Nazionale”. [...]

10 febbraio 2009.
Fonte: SanteramoLive.it


“ MATTM e Provincia di Latina per la condivisione dei dati territoriali ”

Approvato lo schema di protocollo d’intesa tra Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare - Direzione Generale per la Difesa del Suolo (MATTM) e la Provincia di Latina per l’adesione al Geoportale Nazionale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare. [...]
Il MATTM e la Provincia di Latina si impegnano a programmare le attività di aggiornamento dei dati ed eventuali ulteriori attività congiunte di reciproco interesse nel rispetto delle specifiche tecniche previste.
“È senza dubbio una collaborazione interessante e proficua - evidenzia il Presidente della Provincia di Latina Cusani - nell’ottica di condivisione che prevede l’interscambio e la condivisione tra le Pubbliche Amministrazioni, attraverso il Sistema Cartografico del Geoportale Nazionale, delle informazioni geotopocartografiche ottenute attraverso il telerilevamento aereo e satellitare”.

27, 28 e 29 gennaio 2009.
Fonte: ProvinciaLatina.tv
GEO Media
Il Notiziangolo - Eventi dalle province di Roma e Latina


“ Cerreto, escursione sulla Rocca di Monte Cigno ”

“[...] Molti conoscono il popolare Google Earth, imbattibile per la vastità della copertura mondiale ed anche per la realtà delle viste in 3D. Ebbene, il Geoportale Italiano batte Google Earth in termini di qualità delle ortofoto (solo per l’Italia). Il volo simulato è davvero mozzafiato e realistico. [...]”

Giovanni Forgione, 9 gennaio 2009.
Via: Vivi Telese


“ Mappe 3D, il ministero meglio di Google earth ”

“[...] Finora il servizio non è stato pubblicizzato con troppa enfasi eppure si tratta di una valida alternativa alle mappe satellitari di Google o a quelle aeree di Microsoft. A fare la differenza, rispetto ai prodotti commerciali, è senza dubbio il notevole livello di dettaglio geografico, l’alta definizione delle immagini e l’interfaccia utente [...]”

“[...] Il sistema “Ambiente Italia 3D” ha un unico difetto: richiede una potenza di calcolo non trascurabile. Non è pertanto un’applicazione che lavora in maniera fluida sui computer portatili o, più in generale, su macchine equipaggiate con processori datati. [...]”

“[...] L’iniziativa ha l’obiettivo strategico di promuovere e diffondere l’utilizzo dei sistemi informativi territoriali, di rendere le informazioni di carattere ambientale e territoriale disponibili ad un pubblico vasto anche di non addetti ai lavori, tenendo in considerazione i progetti e le attività attualmente in corso a livello nazionale ed europeo. ”

Lorenzo Gennari, 2 luglio 2008.
Fonte: PubblicaAmministrazione.Net


“ Scoprire l’Italia a tre dimensioni con ITALIA 3D e Ambiente Italia 3D ”

“ Finalmente in Italia (con forte ritardo), qualcosa si sta muovendo nel settore delle mappe territoriali e della cartografia 3D. [...]”

26 giugno 2008.
Fonte: Pucciom's Weblog


“ In volo sull‘Italia ”

“ Vi va di fare un volo sull’Italia ma non avete nè un aereo nè il brevetto di pilota? Niente paura. Scaricate e installate Ambiente Italia 3D, il software del Ministero dell’Ambiente sviluppato nell’ambito del progetto Geoportale Nazionale e decollate, planate, prendete quota, volate basso, virate. Insomma, godetevi una panoramica aerea del territorio italiano in tutta sicurezza, ma attenti a non espatriare ”

Andrea Chiarelli, 2 luglio 2008.
Fonte: Andrea Chiarelli


“ Geoportale Nazionale, solo per PC ”

“ Siamo alle solite! Il Ministero dell’Ambiente ha messo online un “nuovo” sistema di navigazione 3D della cartografia italiana... ovviamente il sw per volare sull’Italia è solo per PC-win. Un altro bel lavoretto, fatto sempre coi soldi di quei pochi che in Italia pagano le tasse e magari hanno mac. [...]”

Francesco Susca, 10 luglio 2008.
Fonte: TEVAC


“ Geoportale Nazionale ”

“ Il sito vuole mettere a disposizione di un pubblico vasto e diversificato uno strumento veramente usabile, conforme agli intenti di tutti gli attori coinvolti, rispettoso dei vincoli di accessibilità e attento alle categorie più deboli. ”

Salzotti, 24 maggio 2007.
Via: Archeolicious

Siti che hanno segnalato la pubblicazione del GN e di "Ambiente Italia 3D"

ˆ